NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Premiazione concorso "Piccoli giornalisti" - 11 maggio 2019

Nella giornata di sabato 11 maggio 2019 si è tenuta la premiazione della quarta edizione del concorso "Piccoli giornalisti", bandito per tutti gli alunni di classe terza scuola secondaria di primo grado della regione Lazio nell'ambito del laboratorio scolastico "Il Liceale - giornale d'istituto" del Liceo Scientifico "Leon Battista Alberti" di Minturno. Per la prima volta il nostro istituto ha partecipato a questa iniziativa, volta a promuovere la penna dei giovani studenti del nostro territorio. A mettersi in gioco, con il sostegno del Dirigente Scolastico dott.ssa Fiorella De Rossi, sono state quattro alunne della classe 3A, accompagnate dalla loro docente di italiano prof.ssa Alessandra Tucciarone.

piccoli_giornalisti 

Ognuna di loro ha partecipato al concorso scegliendo un tema diverso: Anna Chiara Bellocchi ha scritto l'articolo "Emergenza plastica: cosa lasceremo ai nostri figli?"; Sara Orelli ha partecipato con l'articolo "Daniele Nardi: storia di un ragazzo di pianura che ha sfidato i ghiacci eterni"; Sara Savelli ha scritto invece l'articolo "Andrea Camilleri, uno scrittore verista moderno"; Sara Mancini ha scritto "Allarme anoressia: un pericolo da cui bisogna difendersi".

gruppo

La cerimonia di premiazione, organizzata dagli studenti della redazione "Il Liceale" insieme al loro docente referente prof Adolfo Tomassi, ha visto la presenza di un ospite d'onore, la giornalista Federica Angeli, ormai nota per le sue indagini e per la sua testimonianza legata alle vicende della criminalità organizzata della città di Ostia. La sua presenza è stata il valore aggiunto di questa arricchente giornata.

premiazione

Oltre che nominare e premiare personalmente i vincitori, Federica Angeli ha presieduto l'incontro con studenti, docenti e genitori raccontando la sua esperienza personale che la porta a vivere sotto scorta da sei anni. Attraverso la sua vicenda - raccontata anche nel suo libro "A mano disarmata" - la giornalista ha sottolineato il valore della legalità e della partecipazione civile: a spiccare è stata l'importanza di non tacere, di non accettare e non appoggiare soprusi e azioni illecite perché, come ha ricordato più volte, "Non vincono sempre loro". Con la determinazione e la grinta che la contraddistinguono, la Angeli si impegna da anni a incontrare in più occasioni i giovani, per sensibilizzarli ai temi della legalità.

Federica_Angeli

Invitate a questa cerimonia, le nostre quattro studentesse di 3A sabato scorso hanno avuto dunque l'occasione di vivere un'esperienza preziosa, molto formativa per la loro crescita. Già questa è la vittoria più grande. Ma a farle concludere la mattinata con una soddisfazione in più è stata la premiazione della studentessa Sara Orelli, che ha ricevuto per il suo articolo una menzione speciale e un piccolo premio in denaro. Una sorpresa che, oltre a dare merito alla nostra alunna, ci rende ancora più orgogliosi e felici perché pone un accento in più sull'esperienza dell'alpinista di Sezze Daniele Nardi, a cui Sara ha dedicato il suo articolo. Immortalato da lei come un Ulisse moderno, Daniele attraverso le sue righe è arrivato sicuramente a più persone. 

bacio_Sara_Federica 

premio_nardi

Le nostre studentesse, i loro genitori e la loro docente sono rimasti pienamente soddisfatti di questa bellissima esperienza che ha dato loro modo di scrivere, di esprimersi, di esserci. 

Submit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to Twitter